11 febbraio 2011

Alcune tavole di "1066"


1066 è un fumetto scritto da Patrick Weber, edito dalla casa editrice francese Lelombard. E' un fumetto storico, che narra le gesta di Guglielmo il Conquistatore, in guerra con Haroldo per la successione del trono di Inghilterra. Queste vicende sono state raccontate su "stoffa", nella famosa "Tapisserie de Bayeux", un arazzo lungo 70 metri ricamato proprio pochi anni dopo la battaglia di Hastings per testimoniare l'eroica impresa di Guglielmo e il suo esercito.

Quando ho iniziato a studiare la tecnica per realizzare questo fumetto io e l'editore siamo convenuti sulla possibilità di una realizzazione "in presa diretta". Volevamo mantenere la freschezza del segno a matita ed avvicinarci, un po', a quella sensazione "storica" che traspare dai ricami dell'arazzo. Ho deciso quindi di realizzare le tavole, appunto "in presa diretta", cioè senza realizzare clean up, o correzioni. Tutte le vignette di tutte le tavole sono state disegnate una volta sola, e con un unico passaggio, lasciando volutamente anche tutti gli "errori" del disegno, perchè una loro correzione avrebbe sicuramente compromesso la "freschezza" del segno. 

Lo so, mi vado sempre ad esporre e complicare troppo, dovrei decidermi a realizzare tavole un po' più "ortodosse", ma credo che il bello del nostro lavoro sia soprattutto quello di cercare strade sempre nuove e sempre più personali. 
Anche per quanto riguarda la colorazione ho ribaltato ciò che era il mio metodo usuale. In queste tavole sono partito sempre dal colore più scuro aggiungendo successivamente, man mano, colori più chiari per dare il senso delle volumetrie.

Se lo volete vedere da vicino (vi assicuro che su carta acquista pienamente il suo senso "stilistico"!) potete ordinarlo da QUI! :)

8 commenti:

  1. Lavoro Eccezionale Mr. Tenderini!!!

    RispondiElimina
  2. Figo! Stavo pensando che se facessi io un fumetto in presa diretta sarebbe un enorme pettone di grafite e segnacci... con tanto di mie impronte digitali... <_<'

    RispondiElimina
  3. "credo che il bello del nostro lavoro sia soprattutto quello di cercare strade sempre nuove e sempre più personali"

    Amen.


    Detto questo. Molto bello.
    Dai dicci la verità che qualche vignetta l'hai corretta.

    RispondiElimina
  4. grazie Pulp!

    Last Beach: e sarebbe interessante!!! altrochè! anche io volevo farlo molto più sporchissimo...ma alla fine l'editore mi ha costretto a ternermi su delle matite il più possibile "pulite" (..e questo mi ha limitato molto altrimenti avrei sicuramente pasticciato con più naturalezza!)

    Jac: grazie mille! beh si, giusto 3-4 vignette più difficili ho dovuto completamente ridisegnarle (non corrette sul disegno finale, ma proprio ridisegnarle!)..ma giusto 3-4 perchè erano proprio illeggibili!! :D

    RispondiElimina
  5. BRAVO! mi fai sentire piccola piccola... devo ancora macinare molto per poterti stare in coda...

    RispondiElimina
  6. la vignetta con il mare fa venir voglia di fare il bagno!!!!

    ottimo ottimo ottimo ottimo ottimo lavoro!!!

    RispondiElimina
  7. Sbalorditivo, devo procurarmelo... le matite che hai reso a mio parere enfatizzano ancor di più la cornice medievale presente! Scusa la mia ignoranza ma sei riuscito a documentarti anche sull'aspetto fisico del protagonista (molto particolare con quel taglio di capelli)? Sempre studiando la Tapisserie di Bayeux? Non riesco ad immaginare la mole di lavoro che si deve fare per documentarsi su un progetto STORICO come questo e tu non sei nuovo a queste imprese (Oeil de Jade?)... complimenti davvero!
    P.s.: grazie per avermi linkato! :-)

    RispondiElimina
  8. tanti tanti tanti complimenti!
    sia per queste tavole che per il blog in generale;)

    RispondiElimina